Il massimale assicurazione auto è un paramentro fondamentale della polizza assicurativa. Il suo limite minimo è stabilito dalla legge.

Il massimale dell’assicurazione auto non è altro che la cifra massima che la compagnia assicuratice è chiamata a risarcire in caso di incidente causato dal proprio assicurato.

Tale valore è di grande importanza in quanto nel malaugurato caso in cui il danno causato, a cose e a persone, superi il massimale è l’assicurato che ha l’obbligo di pagare la differenza. Ad esempio: se l’assicurato causa un incidente i cui danni ammontano a 6.000.000 di euro, ma il massimale dell’assicurazione auto è di soli 5 milioni, la compagnia assicurativa coprirà appunto i primi 5.000.000. Spetterà all’assicurato pagare il restante milione di euro.

Massimale assicurazione auto: il limite minimo imposto dalla legge.

Dal 12 giugno 2012 la legge impone alle compagnie assicuratrici un massimale minimo di 5 milioni di euro per i danni alle persone e di 1 milione di euro per i danni alle cose.

Gli attuali massimali di assicurazione auto hanno avuto un incremento notevole negli ultimi anni. Basti pensare che fino al dicembre 2009 il massimale minimo era di 774.685,55 euro. Da dicembre 2009 per la prima volta il massimale per i danni alle persone viene separato dal massimale per i danni alle cose. Da dicembre 2009 a giugno 2012 il massimale per i danni provocati alle persone era di 2.500.000 di euro, mentre per i danni allle cose era di 500.000 euro.

La legge italiana ha poi recepito una direttiva europea che imponeva il raddoppio del massimale RCA minimo sia per i danni alle persone sia per i danni alle cose. Tale legge è entrata in vigore appunto dal 12 giugno 2012 imponendo i valori massimali minimi validi ancora oggi di 5.000.000  di euro per i danni alle persone e di 1.000.000 di euro per i danni alle cose.

L’assicurato può decidere di assicurarsi per valori superiori a quelli stabiliti dai minimi legali a fronte di un incremento del premio di assicurazione.

 

Massimale assicurazione auto: valore minimo e sua importanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *